21 novembre 2013

‘…se tu conoscessi quel che occorre alla tua pace…’ (Lc 19, 42)
Sembra rispondere, a questo sospiro addolorato di Cristo sulla Gerusalemmeme che ciascuno di noi è, l’ultimo versetto della stessa pagina evangelica:
‘perchè non hai conosciuto il momento nel quale sei stata visitata’ (v.44).
Ciò che occorre alla mia pace è lasciare entrare Colui che viene a visitare la mia storia, la mia vita, il mio corpo, la mia psiche, il mio spirito.
Quante volte oggi Cristo avrà bussato alla mia porta? …
La pace interiore è il termometro della nostra ospitalità nei confronti di Dio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...