Essere casa

Immagine

Dal vangelo secondo Luca (19,45-48)
Entrato poi nel tempio, cominciò a cacciare i venditori, dicendo: «Sta scritto:
La mia casa sarà casa di preghiera.
Ma voi ne avete fatto una spelonca di ladri!».

Ogni giorno insegnava nel tempio. I sommi sacerdoti e gli scribi cercavano di farlo perire e così anche i notabili del popolo; ma non sapevano come fare, perché tutto il popolo pendeva dalle sue parole.Nello spazio abitativo di una città c’è poi un luogo di maggiore intimità: la casa.
Difendere e consolidare la città, come ieri scrivevo, è necessario perchè la casa, il nostro luogo più intimo, sia preservato.
Ecco perchè una preghiera che sia solo vocale e non prenda in considerazione l’uomo nella sua totalità di corpo, psiche e spirito, non può portare al centro di sè, lì dove Dio si compiace di abitare.
Essere CASA è già una conquista.
Essere casa di preghiera vuol dire lavorare come artigiani di se stessi e ancor più lasciare che sia Dio a lavorarci, a cesellarci.
Lavoro di una vita!
Se il Signore abita il nostro tempio, se insegna e ‘pendiamo dalle sue labbra’, prima o poi la luce che da Lui promana illuminerà la casa.
Dalla casa la luce si estenderà alla città.
Nulla è senza effetto.
Di alcuni uomini e donne della tradizione ortodossa si dice che sono diventati luce, visibilmente, nel corpo, a forza di contemplare la luce della Gloria di Dio.
Spesso rimaniamo imprigionati invece nel fitto bosco della psiche, lasciando che i pensieri ci portino lontano dal nostro centro e, ancor più, costruiscano la verità della nostra vita.
La preghiera ci aiuta a cercare e trovare l’armonia tra le parti.

Al Signore basta un grido, semplice, umile e diretto. Un grido dal centro di noi, delle nostre giornate.
“Signore, Gesù Cristo, abbi pietà di me”.
La preghiera del cuore, che s’impara non senza sforzo e attenzione, è possibile per tutti e sempre e ovunque.
Che possiamo, grazie ad essa, divenire casa di preghiera, ovvero luogo d’intimità con Dio.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...