Dalle macerie a Te canto!

Immagine

Dal vangelo secondo Luca (19,41-44)
Quando fu vicino, alla vista della città, pianse su di essa, dicendo: «Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, la via della pace. Ma ormai è stata nascosta ai tuoi occhi. Giorni verranno per te in cui i tuoi nemici ti cingeranno di trincee, ti circonderanno e ti stringeranno da ogni parte; abbatteranno te e i tuoi figli dentro di te e non lasceranno in te pietra su pietra, perché non hai riconosciuto il tempo in cui sei stata visitata».

A parte l’impressionante profezia storica di questa pericope, che ci lascia senza fiato in giorni come questi, vorrei insieme a voi meditare sul peso che questa Parola può avere a livello personale.
E’ da lì, in realtà, che parte sempre tutto.
Anche le guerre hanno il loro biglietto di partenza dal cuore dell’uomo ed è dunque dal cuore, inteso biblicamente come centro dell’essere, che è possibile ogni rivoluzione.
Il motivo della distruzione, di cui Cristo parla, è nel “non aver riconosciuto il tempo in cui sei stata visitata” (v.44).
E’ un versetto che mi ha sempre messa sul chi va là, riconducendo la mia attenzione (la PROSOCHE’ di cui parlavo giorni addietro) all’unico necessario della mia vita.
Quanto è urgente ricollocarsi costantemente…
Riconoscere il tempo in cui il Signore ci fa visita non è una questione mistica che riguarda solo certe ‘anime elette’ (di per sè già la denominazione ‘anime’ fa storcere il naso, poichè siamo più che sola anima)!
Ogni battezzato è poi un eletto. Ogni uomo è capax dèi, capace di ricevere il Dio che lo ha creato. Ciascuno di noi è un mistico, se apre la carne, la psiche, lo spirito al Dio che viene.
Come?
Lasciandosi amare.
Niente di più difficile.
Se diamo al Signore un tempo e uno spazio per amarci, Lui farà il resto e la nostra città, la città che NOI siamo, avrà mura forti e robuste fondamenta.
Dalle macerie si alzerà un canto fermo.

Buona costruzione!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...