Varcate le porte! (11 novembre 2012)

“Sollevate, porte, i vostri frontali,
alzatevi, porte antiche,
ed entri il re della gloria” . (Sal 23, 7)

Nella prima lettura di questa domenica, XXXII del Tempo Ordinario, il profeta Elia (1Re 17, 10-16) entra ‘nella porta

della città’ di Zarepta e chiede ad una madre, vedova, un atto di fiducia: sfamare la sua fame a rischio di restare essa stessa, con suo figlio, priva del necessario.
La donna non mancherà più di cibo grazie all’intervento di Elia: un miracolo a cui essa ha dato spazio.
Nel Vangelo di Marco (12, 38-44) Gesù è nel tempio e osserva, difronte alle cassette delle offerte, i ricchi donare del loro superfluo ed una donna, vedova, donare una somma piccolissima, pari tuttavia a ciò ch’essa aveva per vivere.
Il Signore loda il dono di sè che questa donna compie.
Due donne povere, prive del necessario, si presentano alla nostra meditazione di oggi.
Esse si sono fatte luogo d’incontro con Dio. Hanno varcato le porte che dal bisogno conducono al desiderio, dalla condivisione all’offerta.

Alle porte della città che noi stessi siamo, il Signore possa trovare la fiducia, l’umiltà, la capacità di vivere in speranza e l’offerta di sè di queste piccole, grandi figure evangeliche.

Buona Domenica!

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...