27 ottobre 2012

Lc 13, 1-9
La parabola del fico c’invita a prenderci cura di noi stessi.
L’albero di vita che siamo è bisognoso di tutte le attenzioni possibili: radici, tronco e chioma vanno armonizzati attraverso la stessa linfa vitale.
Siamo come un albero capovolto, insegna la mistica ebraica.
Le nostre radici sono il alto e la chioma in tutta la creazione!
Il tronco è la terra di mezzo che fa dei due mondi Uno solo.
Potremmo dire che le radici sono il nostro spirito. La chioma la nos

tra psiche. Il tronco il corpo, mappa del cammino.
Quanto allora diventa importante il corpo che siamo.
E’ la porta alla fertilità della vita in noi.
Quanti modi ci sono per ‘aprire’ il corpo, per farlo ‘spazio’ del Divino che ci abita!
Uno di questi è la meditazione. Medit-ire: andare al centro di sè.

Prendiamoci un tempo-spazio per andare verso noi stessi, oggi, per lasciare che Dio impregni con la sua Luce il corpo e da qui s’irradi nell’ intricato fogliame della nostra psiche e splenda come radiosa Fiamma nel nostro spirito.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...